ECCO COSA SIGNIFICA PER ME ESSERE ESTETISTA

"Agisci come se quel che fai, facesse la differenza. La fa." William James




Faccio sempre un pò fatica ad identificarmi come estetista.
Forse per l'accezione comune che si ha di questa figura.
Forse per quel che la maggior parte crede di sapere su questa professione.

Sento che non è un termine che incarna completamente ciò che faccio.

Più passano gli anni, più diventa forte dentro di me un'idea di estetica ben precisa.

Ho sempre rifiutato quell'estetica che lavora prettamente sulla superficie.
Che fa la lotta agli inestetismi.
Che diviene uno strumento per OMOLOGARE ancora di più le persone a stereotipi di cui la società è sempre più vittima.

Credo intimamente a un tipo di estetica che aiuti realmente le persone a SENTIRSI bene con sè stesse, anche con una ruga o un cuscinetto di adipe in più.

Che insegni alle persone a prendere la sana abitudine di dedicarsi un momento per sè, per imparare a volersi bene e AMARSI.

Che tramite il tocco, permetta a ognuno di conoscere più a fondo la connessione tra il proprio corpo e le emozioni che vive.

Che consenta di ricevere degli strumenti per lavorare davvero sul proprio Benessere, che è il risultato di un equilibrio interiore ed esteriore.

Che migliori sì un inestetismo, ma che faccia ACCETTARE e comprendere anche la straordinaria Bellezza dell' UNICITA' di ognuno, senza giudizio.

Ecco allora sì, tramite questa descrizione mi sento davvero un'estetista.